Il nervosismo

I mali di questi tempi sono il nervosismo e l'irrequietezza, ossia l'agitazione emotiva che logora i nostri nervi e che, anche se molto resistenti, quando sovraccaricati cominciano a manifestare effetti negativi. Dio li ha creati molto resistenti per durare tutta la nostra vita ma dobbiamo prendercene cura. Con lo yoga e la meditazione i nervi si riposano e prendono vigore entrando in uno stato di profonda calma. Quando siamo calmi alimentiamo i nervi del nostro sistema nervoso in modo equilibrato, un flusso armonioso di energia fa in modo che nessuna parte del nostro corpo sia sovraccaricata o impoverita negativamente.
Gran parte delle nostre malattie e squilibri sono causati da una sovraeccitazione della mente ed è provocata da numerose cause.

Come capirle?
Il maestro Yogananda ci insegna ad analizzarci per scoprire e vedere con chiarezza cosa ci rende veramente nervosi.
Scacciate i pensieri agitati, imparate a controllare le emozioni; perché lasciarsi prendere dalla paura, dalla collera, dall'attività o da qualunque altra emozione negativa e impulsiva che ci portano ad allontanarci da Dio?
Yogananda ci insegna che troppo desiderio e attaccamento alimentano il nervosismo, il sistema nervoso ha due funzioni: ci permette di interagire con il mondo e come hanno scoperto gli yogi dei tempi antichi serve anche a metterci in comunicazione con Dio, con la nostra interiorità Divina. Entrare nella regione della luce interiore è possibile praticando l'Ananda yoga, uno stile di yoga sviluppato da Swami Kriyananda per risvegliare le nostre qualità migliori e diventarne consapevoli o meglio ancora ricordarci chi siamo (Smriti).
Per andare d'accordo con noi stessi occorre controllare i nostri desideri e non perdere tempo in sciocchezze. Il tempo è troppo prezioso per sprecarlo, impara ad amare te stesso e gli altri, a prenderti cura del tuo corpo-mente per percepire la beatitudine della tua anima.
Coltiva l'abitudine di essere piacevole e di agire con tatto, le persone sono sensibili, non sono delle pietre.
Coltiva il tuo giardino interiore con colori e suoni piacevoli, nutri il tuo sistema nervoso di immagini e pensieri positivi ed ispiranti e vedrai fiorire il tuo giardino verso l'intuizione e verso uno stato di supercoscienza, allora il tuo sistema nervoso sarà come lo scorrere di un  fiume di acqua cristallina che rifletterà una mente chiara, calma e luminosa.
"Se la vostra mente sarà sempre rivolta a Dio, sarete liberi"
L'uomo spirituale gode di tutte le cose senza essere legato a nessuno di esse.
Buona pratica.
Shanti

Commenti

Post popolari in questo blog

La calma… prima di tutto

Le parole hanno il loro peso